Archivio dei tag stampanti laser colori

Stampanti Inkjet – La rivincita

Dal 2018 le stampanti a getto d’inchiostro stanno prendendosi una rivincita sulle stampanti laser. Il 33% delle stampanti vendute uso ufficio è stata una InkJet, percentuale che sale al 40% a livello europeo.

Fino a poco tempo fa si pensava, forse a ragione, che le stampanti laser fossero la scelta ideale per gli uffici sia di piccole che medie e grandi dimensioni. Le cartucce delle stampanti a getto d’inchiostro soffrivano infatti di consumi più elevati, durabilità minore dovuta all’essiccamento delle testine di stampa ed erano assolutamente improponibili per stampe a colore uso ufficio.

Le cose sono però cambiate aiutate prima di tutto dalla tecnologia sempre più performante e da una presa coscienza a livello globale di inserire la sostenibilità ambientale al primo posto; una stampante a getto d’inchiostro può ridurre infatti fino al 99% i rifiuti e fino al 96% il consumo elettrico.

Ad oggi le stampanti ecosostenibili coprono tutto lo spettro delle esigenze aziendali, con modelli a colori e monocromatici sia uso ufficio che dipartimentali e a trarne vantaggio non sono soltanto le aziende che le scelgono ma anche i rivenditori che le propongono grazie ai giusti livelli di marginalità offerti dalle case produttrici.

Sempre più queste stampanti sono progettate in modo specifico per ridurre l’impatto ambientale eliminare gli interventi e semplificare il flusso di lavoro, senza mai perdere di vista il risparmio sui costi, ottenuto grazie anche all’autonomia che, a seconda dei modelli e marche raggiunge e supera le 40.000 pagine. A ciò si aggiunge la flessibilità dei supporti, possibile grazie a un processo di stampa che non genera calore.

La mission di Refill, Gold Business Partner HP è fornire alle aziende soluzioni per il loro business, costruendo un valore misurabile sostenibile nel tempo. Un’innovazione e uno studio continui per offrire ai partner soluzioni e tecnologie ad alto valore aggiunto. E, un margine adeguato che permetta di crescere in maniera costante e sostenibile.

Vieni a visitare il nostro sito oppure contattaci alla 05223439 troveremo insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze di business

Refill srl trasforma i raggi del sole in energia elettrica per i suoi uffici, la sua logistica ed il suo vicinato

Refill una scelta consapevole

Refill srl fa entrare il sole nei propri uffici, nel proprio magazzino e nella propria logistica. Attenta da sempre al percorso GREEN del mondo della stampa, sta sviluppando sempre più la cultura ecologica dando un serio contributo in termini di Green Economy.

Fatti, non solo parole

Da circa dieci anni l’energia elettrica necessaria viene prodotta internamente, di recente, ulteriori investimenti, hanno consentito di ammodernare i pannelli già esistenti aggiungendone ulteriori ancora più efficienti. Refill ha voluto trasformare in esempio pratico la filosofia Green cominciando a lottare per combattere lo spreco delle risorse energetiche del pianeta.

Produrre energia senza consumare il pianeta

Partita dai dispositivi di stampa a risparmio energetico, e a zero polveri, si dedica ora al tema “produrre energia senza consumare il pianeta”. Perché continuare a produrre idrocarburi, a prelevare carbone, ad attingere da centrali nucleari per ottenere l’elettricità necessaria quando viviamo in un paese esposto al sole per quasi 365 giorni all’anno?

Abbiamo a disposizione una fonte di energia pulita e vantaggiosa come il sole, e Refill ha deciso di intraprendere la strada del “Sano consumo energetico” grazie ad un impianto fotovoltaico posizionato sull’intero stabile occupato non solo dalla stessa Refill, ma anche da altre attività di pubblica utilità.

Così facendo Refill continua a dare un grosso impulso e contributo alla difesa dell’ambiente, auto-producendo elettricità e non solo.
Con questa azione dà una mano alla rete elettrica nazionale ad attingere meno carbone, reimmettendo in rete l’energia prodotta in esubero e non utilizzata, portando così un esemplare ed enorme beneficio in termini di risparmio alle altre attività residenti nel circondario.

Curiosità:

I pannelli fotovoltaici, sono costruiti unendo più celle fotovoltaiche e convertono l’energia dei fotoni in elettricità. Il processo che crea questa “energia” viene chiamato effetto fotovoltaico, ovvero il meccanismo che, partendo dalla luce del sole, induce la “stimolazione” degli elettroni presenti nel silicio di cui è composta ogni cella solare.

In altre parole, quando un fotone colpisce la superficie della cella fotovoltaica, la sua energia viene trasferita agli elettroni presenti sulla cella in silicio. Questi elettroni vengono “eccitati” e iniziano a fluire nel circuito producendo corrente elettrica. Un pannello solare produce energia in Corrente Continua. Sarà poi compito dell’inverter convertirla in Corrente Alternata per trasportarla ed utilizzarla nelle nostre reti di distribuzione. Gli edifici domestici e industriali, infatti, sono predisposti per il trasporto e l’utilizzo di corrente alternata.

Come individuare i costi di stampa nella tua azienda in 5 mosse

la riduzione dei costi ti sta a cuore ma non sai da dove iniziare.Quanto spendi per stampare i documenti aziendali?

A cosa sono dovuti i costi di stampa nelle aziende?

La International Data Corporation (IDC), in collaborazione con i migliori brand del mondo printing americani , ha pubblicato uno studio che individua i costi di stampa nelle aziende. La ricerca ha stimato che la stampa comporta un costo variabile dall’1 al 3% del profitto annuo di un’azienda. 

I costi si dividono in diretti e nascosti. Vediamoli nel dettaglio:

  • i costi di stampa diretti: sono quelli che nascono dall’acquisto di una nuova stampante, dalle spese di manutenzione e dai materiali consumabili (per esempio toner e carta);
  • i costi di stampa nascosti: sono legati all’ottimizzazione dello spazio e delle risorse, alla durata delle chiamate telefoniche del servizio di assistenza e al numero dei fornitori.

Ma quali sono le  5 mosse che Refill suggerisce per individuare i costi di stampa ????

I costi diretti sono più facili da determinare. La fattura di acquisto di una stampante o di un toner sono facilmente reperibili. Più difficile è determinare i margini di ottimizzazione delle risorse del proprio ufficio. Refill suggerisce 5 mosse per individuare e ridurre i costi di stampa (diretti e nascosti) :

  1. Controlla i volumi di stampa.
  2. Controlla il consumo dei toner.
  3. Ottimizza lo spazio e condividi le risorse.
  4. Ottimizza il numero di fornitori.
  5. Ottimizza le apparecchiature hardware di stampa.

Controlla i volumi di stampa

I volumi di stampa sono determinati dal numero di pagine che l’azienda produce in un mese. Per calcolarli hai bisogno di conoscere alcuni parametri:

  • il numero delle stampanti all’interno del tuo ufficio o della tua azienda;
  • il ciclo di funzionamento di ciascuna stampante (è fornito nelle specifiche tecniche). E’ la quantità massima di stampe mensili che una macchina può supportare. Superare questa soglia significa sovraccaricare la stampante di lavoro, rallentandone la velocità e aumentando il rischio di guasto;
  • la tipologia del reparto: in base alle esigenze di ogni reparto, l’utilizzo di carta e inchiostri può variare. Il reparto marketing ad esempio avrà un’esigenza di stampa maggiore degli altri reparti interni all’azienda;
  • la quantità di carta acquistata al mese (puoi calcolare questo valore prendendo le schede di fatturazione);
  • il numero di copie che ogni reparto ha stampato, è importante tenere un registro di quante risme sono richieste e stampate da ogni reparto.

Ottenuti questi dati, puoi compilare una tabella Excel che ti permette di controllare se sfrutti o meno le stampanti.

Analizziamo insieme l’esempio. In questo documento puoi notare che il reparto pubblicità, marketing e tipografia sovraccaricano di lavoro le loro stampanti. Una soluzione può essere quella di spostare la stampante nel reparto di amministrazione, che ha un ciclo di funzionamento troppo elevato per le richieste, e metterla nel reparto tipografia.

Controlla i costi dei toner

Un altro costo che devi tenere in considerazione per la tua azienda è quello dei toner. Per scoprirlo devi conoscere il numero di copie che possono essere stampate, la resa per pagina, si trova nelletichetta della cartuccia di inchiostro.

Devi identificare la copertura delle pagine che la tua azienda produce. L’immagine in seguito rappresenta la copertura di toner per tipologia di pagina (in bianco e nero, a colori, per banner pubblicitari).

Ad esempio se prendi un toner che stampa 5.000 copie al 5% di copertura e lo usi per stampe con il 15%, le copie che otterrai saranno solo 1.750 circa, con il 20% saranno 1.250 circa e con il 35% diminuiranno fino a 700 circa.

Per avere una visione globale puoi integrare il file Excel, creato per i volumi di stampa, con la quantità di toner acquistata, quella richiesta per reparto e la copertura di ciascuno.

 La tabella mostra come le stampanti del reparto pubblicità, ed esempio, hanno bisogno di toner che rendono di più con copertura più alta.

Nel dicembre 2006, l’organizzazione International Organization for Standardization (ISO) approvò nuovi standard per la misurazione della resa per pagina (numero totale di pagine che possono essere stampate con una cartuccia di stampa) delle cartucce di stampa di inchiostro (ISO/IEC 24711) e toner a colori (ISO/IEC 19798).
I dettagli degli standard ISO/IEC sono disponibili sul sito Web all’indirizzo: www.iso.org/jtc1/sc28.

Ottimizza lo spazio e condividi le risorse

Se riorganizzi le apparecchiature hardware di stampa, condividendo ad esempio la stessa apparecchiatura tra più reparti, puoi liberare dello spazio e ottimizzare le risorse.

Per esempio, i reparti creativi potrebbero avere bisogno di stampanti digitali, mentre, per l’ amministrazione, potrebbe bastare una stampante in bianco e nero.

Di seguito hai due situazioni che riguardano lo stesso ufficio. Come puoi vedere, alcuni reparti hanno diversi dispositivi, non utilizzati e poco condivisi. A seguito dell’ottimizzazione dello spazio, nei vari reparti hai meno stampanti e più condivisione.

Ottimizza il numero di fornitori

Più fornitori hai, maggiore è la spesa. ? conveniente adottare un criterio di stampa centralizzato che consente una visione complessiva dei costi aziendali. La mancanza di questo controllo rischia di generare un approccio frammentario agli acquisti di apparecchiature hardware.

Ottimizza le apparecchiature hardware di stampa

necessario scegliere il dispositivo adatto ai tuoi requisiti. Ti consiglio la lettura di questo articolo per scegliere la tua stampante in azienda

Come individuare i costi di stampa: le soluzioni  

Refill noleggio stampanti ha implementato in alcune stampanti le soluzioni “SMART”. Servizi che permettono un’ottimizzazione dei processi di stampa. Grazie a questi servizi puoi controllare:
• la reportistica sui volumi, stampa un report che indica il numero di copie che sono state fatte, da chi, il numero di fogli, il colore e la grandezza della carta.
• la gestione automatica del toner , ti aiuta nella gestione dei toner o inchiostri in esaurimento. In automatico invia una notifica al tuo fornitore di fiducia non appena la stampante richiede una sostituzione del toner o inchiostro o di un intervento di assistenza.
• l’amministrazione in real time della stampante connessa al tuo pc.
01:28
Refill noleggio stampanti ed il servizio di stampa gestito MPS
Capire i costi di stampa ti permette di progettare una soluzione di stampa in grado di ridurre i costi e le inefficienze. I servizi di stampa gestiti, denominati MPS, permettono di ottimizzare i processi di stampa. Tramite un’applicazione interattiva basata sul web puoi:

  1. monitorare l’ambiente di stampa e utilizzare i miglioramenti dei processi in corso per risparmiare tempo e denaro.
  2. identificare e risolvere in modo proattivo eventuali problemi di stampa e rifornire le stampanti appena si manifesti una mancanza di consumabili.
  3. sorvegliare, gestire e ottimizzare la produzione totale di stampa a prescindere dalla marca.
  4. fornire una strategia per ridurre il numero e i tipi di dispositivi di stampa.
  5. ridurre l’impatto ambientale stampando meno carta e consumando meno energia.
    Il servizio di stampa gestito MPS può aiutarti a migliorare e semplificare i processi di business quotidiani.

Conclusioni

I costi di stampa sia diretti che nascosti possono incidere in modo sensibile nel bilancio aziendale. In questo post ti ho suggerito 5 mosse per individuare e ridurre la spesa per stampanti e consumabili.

  • Il conteggio dei volumi di stampa
  • l’utilizzo ottimale dei toner e
  • la scelta del dispositivo ideale

sono alcuni step che devi eseguire per far risparmiare la tua impresa.

Costo stampa e Noleggio Stampanti Refill srl

La gestione dei clienti

Nel 2010 quando Refillda distributore nazionale di cartucce compatibili e rivenditore diretto di consumabili originali e stampanti ha deciso di spostare l’attenzione al mondo dei servizi, ha inaugurato il dipartimento Servizio di Noleggio stampanti con Gestione Stampa Assistita dedicato agli utenti business.

Per creare l’infrastruttura di gestione del noleggio stampanti e costo stampa assistito, ha dovuto orientarsi in una panoramica abbastanza complessa e variegata di soluzioni software per il controllo di una singola macchina o di un parco complesso di macchine in locazione operativa presso i suoi clienti.

Il risultato di tale ricerca ha portato alla scelta della soluzione più all’avanguardia insignita della certificazione GOLD di BUYERS LAB, laboratorio di test leader nel settore delle apparecchiature di digital imaging dal 1961. La soluzione è stata un sistema di monitoraggio da remoto basato su cloud, conosciuto con il nome di MPS MONITOR .

mps-monitor
mps-monitor

Sin da subito sono stati colti i benefici di Mps Monitor come fondamentale infrastruttura che attualmente nel servizio di noleggio stampanti e/o gestione stampa assistita di dispositivi di proprietà di aziende risultano essere:

Monitoraggio e prelievo da remoto dei contatori (letture delle copie, stampe, fax) dei dispositivi come stampanti e stampanti multifunzione, utile alla fatturazione certa ed effettiva del numero di stampe trimestrale del cliente

Monitoraggio e reportizzazione con alert in tempo reale della capacità residua di materiali di consumo, come ad esempio cartucce di toner, ed inchiostri, tamburi, fusori, vaschette di contenimento etc. utili all’intervento on-site entro le 8h lavorative ai nostri tecnici.

Evasione automatica immediata con alert da remoto diretto alla logistica con la quantità esatta del rifornimento da spedire al cliente, evitando i tipici fermi macchina da riordino.

Controllo del magazzino consumabili presso la logistica e presso il cliente
Ritiro a zero costo delle cartucce esauste dai contenitori di raccolta disposti presso il cliente

Mps Monitor è consultabile da qualunque dispositivo mobile o fisso purchè sia dotato di un browser web. Ciò vuol dire che Refill consente allo stesso cliente di avere un’accesso dedicato e diretto alle sue macchine e ai loro consumi, alle loro necessità di intervento, alla lettura delle stampe dettagliata e giornaliera, beneficiando anche di una migliorata percezione dei suoi reali consumi di stampa e contenimento costi.

La stampa nel futuro prossimo

Nonostante gli enormi progressi tecnologici, nella nostra società non siamo ancora in grado di fare a meno della carta stampata e, di conseguenza, delle stampanti. Anno dopo anno tali strumenti si sono però evoluti, tanto da spingere i progettisti ad ideare dei prototipi di stampanti green con un impatto ambientale ridotto, in grado di riutilizzare carta ed inchiostro oppure prive di toner e cartucce, pensate sia ad uso domestico che industriale. Refill srl alla continua ricerca nel settore a livello globale, di prototipi, ha scelto per voi alcuni modelli in test.

Eco Printer per far tornare i fogli bianchi

Eco Printer

Si tratta di una stampante progettata per utilizzare un particolare tipo di inchiostro composto da materiali fotografici che scompaiono quando le stampe vengono esposte ai raggi UV. Si potrebbe dunque rendere nuovamente immacolato un foglio stampato in precedenza e riutilizzarlo per una nuova stampa. Ciò accrescerebbe il ciclo di vita dei fogli di carta, riducendone lo spreco e diminuendo la quantità di materie prime necessari per produrli. Uno stesso foglio potrebbe infatti essere riutilizzato all’infinito, con riuso immediato di tutti i documenti stampati di cui non si ha bisogno ed una contemporanea riduzione dei rifiuti

Pencil Printer, con inchiostro cancellabile

E se oltre a ridurre il consumo di carta si potesse risparmiare anche sull’inchiostro? Alcuni progettisti avrebbero pensato di utilizzare per la stampa degli inchiostri a grafite, dunque cancellabili. Si otterrebbe così lo stesso vantaggio di quando si utilizza la matita per scrivere o disegnare, quello cioè di poter cancellare e riutilizzare lo stesso foglio più e più volte. L’utilizzo di un inchiostro privo di derivati del petrolio comporterebbe un minor inquinamento nella sua produzione ed una riduzione delle emissioni di Co2.

Eco Printer Laser, per stampare e cancellare allo stesso tempo

Eco printer laser

Progettata da Hoyoung Lee, si tratta di una stampante che stampa e cancella allo stesso tempo, in grado di recuperare e riutilizzare l’inchiostro impresso su di un foglio stampato in precedenza, producendo un nuovo documento senza sprecare né cartucce né carta. Il non plus ultra per chi desidera mettere in salvo le foreste dall’abbattimento di alberi per la produzione di cellulosa.

PrePeat Printer, stampa e riassorbe l’inchiostro dal foglio

PrePeat Printer

Si tratta di una stampante già presente sul mercato, a costi però purtroppo ancora proibitivi. L’idea innovativa alla base di tale stampante risiede nell’utilizzo di una testina e di fogli speciali molto sensibili al calore, realizzati con una tecnologia che permetterebbe di stampare ed in seguito di riutilizzare fogli sui quali si è già effettuata una stampa, senza l’utilizzo di toner o cartucce. La stampante è infatti in grado di riassorbire l’inchiostro e di riutilizzarlo.

Pagewide le stampanti ecologiche. Il sorpasso.

Le stampanti inkjet pagewide stanno superando le laser contribuendo allo sviluppo sostenibile

In Europa permangono ancora convinzioni errate riguardo alla stampa laser, ma la continua crescita delle aspettative in termini di ecologia, costi e prestazioni apre nuove opportunità per la tecnologia inkjet che vede la sua ultima innovazione con  Pagewide.

Con il nostro reparto Comunicazione ed il nostro reparto Assistenza Clienti, abbiamo condotto una ricerca tra i nostri clienti del servizio noleggio stampanti con stampa gestita – e  clienti in costo copia con assistenza che dimostra che, una volta conosciuti i dati oggettivi sulle tecnologie di stampa,   il 76% dei responsabili aziendali e dei dipendenti che possono influenzare le decisioni in azienda sceglie soluzioni inkjet.

Green
Stampanti ecologiche Pagewide

Dati alla mano

Agli intervistati è stata posta una serie di domande di tipo vero/falso per verificare le loro conoscenze. I risultati sono stati sorprendenti e hanno evidenziato che permangono alcune convinzioni errate ormai obsolete sulla tecnologia con le prestazioni migliori, specie sotto il profilo ecologico.

La maggior parte degli intervistati (il 58%) pensa erroneamente che una stampante e stampante multifunzione laser produca meno emissioni di CO2, mentre il 54% ha l’inesatta percezione che questa tecnologia produca meno rifiuti rispetto alle soluzioni inkjet. Inoltre, il 67% degli intervistati ritiene erroneamente che una stampante laser garantisca maggiore produttività grazie a tempi di manutenzione e inattività ridotti. In positivo, invece, il 62% degli intervistati sa che le stampanti e stampanti multifunzioni inkjet utilizzano meno energia e il 55% pensa che stampino in modo più veloce.

Le stampanti laser. Non più la scelta più conveniente.

Le stampanti laser sono state le soluzioni più diffuse per la stampa in ufficio, ma gli utenti ormai vogliono risultati migliori con costi minori e velocità più elevate, senza sprechi di energia. Lo sviluppo della tecnologia a getto di inchiostro inkjet e pagewide, ha dato vita a prodotti in grado di garantire velocità fino a 100 pagine al minuto con un basso costo per pagina, (costo copia)  oltre a produzione di rifiuti e consumi energetici ridotti rispettivamente fino al 99% e al 96% rispetto alle stampanti laser. Le stampanti inkjet/pagewide , inoltre, richiedono fino al 98% di manutenzione in meno rispetto ai modelli laser con caratteristiche simili.


La tecnologia inkjet e pagewide  sta guadagnando terreno

La tecnologia inkjet e pagewide  sta guadagnando terreno nel mercato della stampa tant’è che le analisi di mercato di IDC prevedono che, entro il 2020, in Europa occidentale la tecnologia inkjet seguita dalla più evoluta PAGEWIDE vedrà un tasso di crescita annuale composto pari al 10,2%. Nonostante la crescita della tecnologia inkjet e Pagewide  dalle ricerche Refill  emerge che permangono convinzioni erronee relative a entrambe le tecnologie, ma che la tecnologia inkjet per l’ufficio continua a evolversi secondo le esigenze del luogo di lavoro e del personale. Infatti, solo il 16% degli intervistati sapeva che le prestazioni offerte dalle stampanti inkjet sono migliori sotto tutti gli aspetti testati:

  • produzione di rifiuti
  • produttività
  • velocità
  • emissioni di CO2
  • consumo di energia

In un momento in cui gli standard del luogo di lavoro per la responsabilità sociale d’impresa (compresi gli aspetti ambientali e sociali) stanno diventando sempre più importanti in tutta Europa, la scelta Refill   di supportare la tecnologia inkjet e PAGEWIDE è sostenuta dal fatto che la maggioranza (76%) degli europei, una volta conosciuti i dati oggettivi relativi alla tecnologia di stampa scelta, ha optato per le soluzioni inkjet.

Questo messaggio è particolarmente importante per le grandi aziende, che dovranno assicurare la conformità annuale agli standard UE con i report non finanziari. L’UE intende combattere il cambiamento climatico tagliando del 20% le emissioni di CO2: per migliorare del 20% l’efficienza energetica entro il 2020, saranno in particolare le aziende a dover dimostrare di rispettare i requisiti imposti a livello internazionale, come ad esempio gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile.

Scansione per archiviazione digitale a lungo termine

Il formato PDF/A

Le multifunzione HP e BROTHER che noleggia Refill sono tutte dotate di “scanner digitale fronte-retro incorporato” adatto alle funzioni di archiviazione digitale a lungo termine, sia nei formati A4 che nei formati A3.
Nel rispetto degli standard ISO 19005-1 (International Organization for Standardization), il formato di archiviazione Standard attualmente più utilizzato a livello mondiale è proprio il formato PDF/A

Con il noleggio stampanti multifunzione Refill non è più necessario fornirsi di software di supporto esterni o aggiuntivi per poter scansionare e trasformare documenti cartacei in documenti digitali inalterabili nel tempo.
Con il pdf/A integrato nel servizio di noleggio stampanti multifunzione Refill si ha a disposizione un meccanismo per rappresentare documenti elettronici in modo da mantenere il loro aspetto visivo originario nel tempo, l’accessibilità disponibile nell’immediato e senza password, indipendente dagli strumenti e dai sistemi utilizzati per creare, archiviare o presentare i file.

Nuvola

Volutamente il servizio di Noleggio Stampanti Multifunzione Refill seleziona dispositivi completi di scansione in formato PDF/A dando un enorme supporto alle esigenze di produttività e comodità delle aziende e pubbliche amministrazioni rafforzando al tempo stesso la sicurezza nella gestione dei dati da digitalizzare ed i costi nei processi intensivi di scansione e trasformazione dei documenti da cartacei in digitale, con alte velocità (modelli hp enterprise) singolo passaggio fronte-retro di 100 fogli alla volta, e conseguente abbattimento dei consumi di energia elettrica necessari al processo.

  • Di seguito riassumiamo per i nostri clienti che scelgono il servizio Noleggio Stampanti Multifunzione Refill , le ragioni più importanti per utilizzare la SCANSIONE PDF/A INCORPORATA
  • Archiviazione a lungo termine: Il PDF/A fornisce un formato secondo lo standard ISO a tutti cloro che devono archiviare documenti digitali per lunghi periodi di tempo. Questo può includere archivi, biblioteche, banche, assicurazioni. Etc.
  • Documenti legalmente vincolanti: Il PDF/A è un’opzione eccellente di conservazione per documenti ed atti firmati digitalmente
  • Scienza e ricerca: Il PDF/A visualizza in modo affidabile i caratteri speciali per formule matematiche o lingue antiche, poiché tutti i simboli richiesti sono integrati all’interno del file stesso: alcune università ora accettano solo computi e tesi in questo formato secondo lo standard ISO
  • Integrazione globale: immagazzinare informazioni in lingue diverse richiede un supporto completo per tutti i tipi di sistema di scrittura al mondo…In giapponese, arabo o cirillico, il PDF/A permette di visualizzare i testi sempre correttamente su qualsiasi dispositivo, inclusa la direzione di lettura
  • Indipendente dalle piattaforme: sia il PDF che il PDF/A sono indipendenti dalle piattaforme.
  • Grazie al PDF/A, documenti come fatture, brochure, manuali o relazioni possono essere rese disponibili i modo affidabile attraverso un’ampia serie di canali
  • Ricerca completa sul testo: il PDF/A è utile per trovare e accedere a specifiche informazioni all’interno di un insieme di dati.
  • Opzioni di ricerca aggiuntive: i metadati XMP possono essere utilizzati per aggiungere ulteriori informazioni strutturate al documento, come autore, descrizione del contenuto o informazioni relative alla fonte ed ai diritti d’autore.
  • Utilizzare più e più volte il contenuto: Il PDF/A rende semplice il riutilizzo del contenuto. Questi file sono molto facili da convertire in formati Word HTML ed e-Book.
  • Utilizzare il PDF/A in combinazione con altri standard: il PDF/A è strettamente collegato agli altri standard ISO di PDF. Quindi è spesso in grado di soddisfare i requisiti di accessibilità anche per utenti disabili PDF/UA . I libri digitali i formato PDF/A sono poi adatti alla stampa su richiesta.

Scegliendo il servizio di noleggio stampanti multifunzione Refill potrete garantirvi la sicurezza di una archiviazione digitale sicura, protetta e durevole negli anni a venire.

VELOCITA’ INCREDIBILE. VALORE INCREDIBILE.

Con il Noleggio Stampanti Refill proponiamo un modo completamente nuovo di stampare.

Refill Noleggio Stampanti rivoluziona e reinventa la stampa aziendale con i dispositivi più ecologici e veloci del mondo.

Non sono laser, non sono a getto di inchiostro ma sono il meglio di entrambi i metodi di stampa.

Il servizio di noleggio stampanti Refill propone un’alternativa del tutto nuova per la stampa aziendale e non solo: anche i privati e le pubbliche amministrazioni possono beneficiare della nuova tecnologia grazie ad una linea dedicata.

I dispositivi del noleggio stampanti Refill con la nuova tecnologia PageWide sono stati progettati con un minor numero di parti in movimento. La barra di stampa fissa che copre l’intera larghezza della pagina consente velocità senza paragoni, maggiore affidabilità e minori parti di ricambio, il tutto con qualità di stampa professionale al minor costo operativo totale della sua categoria.

ARIA PIÙ PULITA:Niente emissioni di polveri sottili

BASSO RUMORE:Il rumore è ridotto al minimo grazie alla stampa con singolo passaggio

RISPARMIO ENERGETICO:Grazie all’assenza di un fusore, si risparmia fino all’84% di energia

RISPARMIO ECONOMICO:Risparmio fino al 75% sui rifiuti speciali da smaltire

Scegliendo un servizio di Noleggio stampanti Refill per arrivare ad ottenere quanto sopra procederemo prima ad una consulenza mirata con i seguenti passaggi:  

  • Analisi del vostro ambiente di stampa
  • Progettazione del vostro ambiente di stampa
  • Realizzazione del progetto
  • Implementazione tecnica
  • Monitoraggio da remoto dei dispositivi
  • Assistenza tecnica e manutenzione on site
  • Report analitici

Scegli Refill per la tua Libertà di Stampa

La nuova tecnologia che reinventa la stampa: PageWide di HP

Nel testo di oggi faremo focus sui 15 nuovi modelli dedicati al noleggio stampanti Refill selezionati tra le più sicure ed innovative tecnologie di HP:
• Page Wide
• OfficeJet Pro
• LaserJet
Dopo due 3 di successi nella stampa industriale , HP Inc ha deciso di espandere questa tecnologia anche alle micro imprese, alle Pmi e alle Enterprise che scelgono soluzioni di “noleggio stampanti
HP Inc si propone di reinventare la stampa business attraverso la nuova tecnologia PageWide. Si tratta di una tecnologia di stampa scalabile, collaudata e affidabile, sviluppata da HP, che ha rilasciato più di 140 miliardi di pagine digitali di alta qualità attraverso le sue soluzioni di stampa, tra cui stampanti large format e web press. Ma è già dalla metà del 2016 che HP ha esteso ulteriormente le capacità della tecnologia PageWide ridifinendo il mercato delle fotocopiatrici con la nuova gamma di stampanti A3 e multifunzione (MFP) con motori Samsung da dedicare al servizio “noleggio stampanti
Il nuovo portafoglio HP PageWide per le aziende è stato affidato ad una serie di partner selezionati a livello mondiale tra cui Refill srl aumentando il numero di managed device progettati per il canale e gli engagement sui managed print services.
Le stampanti a contratto HP PageWide permettono ai partner di potenziare il loro servizio di noleggio stampanti e costo copia perché forniscono un basso costo gestionale, consumabili con elevata capacità, garanzia triennale sulla testina di stampa, maggiore velocità e un numero raccomandato di stampe mensili (RMVP – Recommended Monthly Page Volume) su modelli selezionati, così come l’integrazione con HP JetAdvantage Management e tool di terze parti. Ottimizzando i dispositivi HP PageWide gestiti su base contrattuale, HP offre ai partner di canale nuove opportunità per garantire una maggiore soddisfazione al cliente.

Le nuove serie di stampanti business HP PageWide e disponibilità per il servizio “noleggio stampanti”

La serie HP PageWide Enterprise Color include HP PageWide Enterprise Managed 57750 DW
PageWide Enterprise Color MFP 586, progettate per gruppi di lavoro fino a 15 utenti nelle piccole e medie imprese e nelle grandi aziende che stampano fino a 15.000 pagine al mese, con una velocità di stampa fino a 75 pagine al minuto.
La serie HP PageWide Pro 500 comprende HP PageWide Managed P57750dw MFP e HP PageWide Managed P55250dw sfp, pensate per le piccole imprese e gruppi di lavoro che stampano fino a 6.000 pagine al mese, con velocità di stampa fino a 70 pagine al minuto. Sarà disponibile nel mese di aprile nell’ambito dei contratti Managed Print Services.
La serie HP PageWide Pro 400 comprende HP PageWide Pro 452dw sfp e HP PageWide Pro MFP 477dw, ideate per le piccole imprese e gruppi di lavoro che stampano fino a 4.500 pagine al mese, con velocità di stampa fino a 55 pagine al minuto.

Nuovi modelli business di HP OfficeJet Pro e LaserJet

Le stampanti business di HP si arricchiscono di nuovi modelli con le HP OfficeJet Pro e HP LaserJet. Negli ultimi dieci anni, HP ha creato e consolidato la tecnologia a getto d’inchiostro nel segmento ufficio, in particolare, la serie HP OfficeJet Pro 8000 si caratterizza per il nuovo design HP Print Forward per fornire ai clienti produttività con alte velocità in uno chassis compatto che aiuta a preservare spazio in ufficio. La famiglia HP LaserJet, invece, fornisce ai clienti una qualità tipografica dei documenti, maggior velocità e il miglior rapporto qualità-stampa in bianco e nero. I nuovi modelli LaserJet includono toner HP originali con tecnologia JetIntelligence che offre la piattaforma di stampa laser più avanzata del settore, insieme a opzioni più agili, veloci e smart per aiutare i clienti ad accelerare il proprio business.

Ecco i modelli OfficeJet

HP OfficeJet Pro 8000 fornisce stampe di qualità professionale a costi per pagina fino al 50% inferiori rispetto alle stampanti laser. Le stampanti multifunzione HP OfficeJet Pro 8720/8725/8730/8740 All-in-One si caratterizzano per il rivoluzionario HP Print Forward Design – che offre una superba produttività in ufficio con alte velocità per la stampa fronte-retro e la scansione con gestione della carta laser-like e il design compatto che aiuta a preservare spazio in ufficio. Le stampanti HP OfficeJet Pro 8730/8740 All-in-One e HP OfficeJet Pro 8210 includono una maggiore gestibilità e funzionalità di sicurezza (ad esempio PCL5 e PCL6).

Ecco i modelli HP LaserJet

HP LaserJet Pro M501 è una stampante monofunzione monocromatica per piccole e medie imprese o i gruppi di lavoro che stampano fino a 6.000 pagine al mese. Offre le migliori prestazioni della categoria, tra cui la stampa della prima pagina più veloce, la stampa della prima pagina più veloce da modalità sleep e il più basso consumo totale di energia. Sarà disponibile ad aprile.
HP Color LaserJet Pro MFP M477dw è una stampante multifunzione a colori per piccole e medie imprese o i gruppi di lavoro che stampano fino a 4.000 pagine al mese che richiedono stampe a colori di qualità professionale. La compatta multifunzione a colori 3-in-1 offre le migliori prestazioni della categoria, tra cui la stampa della prima pagina più veloce da modalità sleep, la stampa fronte-retro più veloce e il più basso consumo totale di energia.

Il rispetto delle normative GDPR

La sicurezza del rispetto delle normative GDPR con il NOLEGGIO STAMPANTI REFILL
Anche con il Noleggio Stampanti , Refill è stata sin da subito sensibile e molto attenta al rispetto delle nuove normative GDPR
Il reparto IT di Refill ha di fatti effettuato sin da subito una selezione dei dispositivi da collocare in locazione operativa presso i propri clienti, contribuendo a proteggere i dati e a rispettare la conformità alle nuove normative migliorando la sicurezza di PC e stampanti.
Le conseguenze di una violazione di dati aziendali o di clienti possono essere catastrofiche per le aziende di tutte le dimensioni. I derivanti danni alla reputazione, ai clienti e ai profitti sono sono la punta dell’iceberg. Le aziende potrebbero pagare il prezzo delle pesanti sanzioni imposte dalle nuove e severe normative. Poiché i firewall non sono più sufficienti per proteggere i dati, le aziende devono implementare più livelli di protezione su ogni endpoint di rete, dai PC alle stampanti, per costruire le proprie difese e focalizzarsi sui requisiti di conformità.. Nell’attuale mondo che si apre sempre di più alla tecnologia, con le aziende che tendono costantemente alla mobilità e a soddisfare le richieste della propria forza lavoro, la proliferazione di dispositivi genera complesse infrastrutture multi-dispositivo e multi-piattaforma. Ciascuno di questi dispositivi rappresenta un punto di accesso e di uscita per i dati aziendali e può generare un costo per la sicurezza. Una delle principali sfide che le aziende si trovano attualmente a dover fronteggiare è come controllare e proteggere i dati senza interferire con l’operatività aziendale. I dati vengono conservati ed elaborati oltre i confini del firewall, rendendo la loro sicurezza più difficile da ottenere per gli addetti alla protezione della rete.

L’aumento degli attacchi informatici ha causato il nascere di nuove e severe normative sulla sicurezza dei dati, di grande rilevanza per le aziende di tutto il mondo. Le nuove direttive quali il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’Unione Europea non sono importanti solo per le aziende con sede in UE, ma si applicano a tutte le aziende che raccolgono dati dai cittadini residenti in Europa.

La normativa GDPR informa le aziende della presenza di importanti sanzioni in caso di mancata conformità in seguito a un attacco. Queste sanzioni si aggiungono alla perdita economica causata dalla stessa violazione di dati. Altre normative come la direttiva NIS (Security of Network and Information Systems), impongono nuovi requisiti di sicurezza per le reti e i sistemi informatici a carico degli operatori dei servizi essenziali e dei fornitori di servizi digitali (Digital Service Provider, DSP). Alle aziende verrà richiesto di denunciare determinati incidenti di sicurezza alle autorità competenti o ai gruppi di gestione degli incidenti di sicurezza informatica (Computer Security Incident Response Teams, CSIRT).
Alcuni paesi stanno inoltre implementando queste normative per stabilire le basi di un potenziamento. Ad esempio, i Paesi Bassi hanno introdotto nel 2016 la Breach Notification Law, legge sulla notifica delle violazioni che obbliga la denuncia delle violazioni a un’autorità indipendente per la protezione dei dati. La mancata conformità può dare origine a sanzioni fino a € 810.000 o fino al 10% del fatturato annuo netto. La pressione è elevata.
Requisiti principali del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR, General Data Protection Regulation) dell’Unione Europea
Raccogliendo i dati a livello europeo, le aziende devono rispettare la conformità
Le aziende che raccolgono e utilizzano i dati personali in Unione europea devono rispettare le norme sulla conformità. Sono inclusi anche i soggetti che acquistano beni e servizi e il monitoraggio delle abitudini dei clienti al fine dell’utilizzo di tali dati. Ad esempio, l’eventuale monitoraggio online delle attività volto al miglioramento dell’individuazione del cliente ideale. Anche se la vostra attività si svolge oltre i confini UE, tutti i dispositivi che accedono ai dati dei clienti devono essere sicuri.
Le aziende sono tenute a conservare la documentazione in modo del tutto accurato
Rispondere ai requisiti sulla conservazione della documentazione, sulla conduzione di valutazioni dell’impatto e sull’elaborazione di rapporti relativi alle violazioni comporta un importante dispendio di tempo. L’aggiunta di un nuovo dispositivo a una rete aziendale determina il rispetto dei criteri aziendali e il monitoraggio da parte di uno strumento SIEM (Systems Information and Event Manager) che tenga traccia delle criticità, attivi le procedure di ripristino e supporti l’elaborazione dei rapporti sulla conformità.
Le aziende sono tenute a denunciare una violazione entro 72 ore
Le aziende devono fornire notifica all’associazione per la protezione dei dati senza ritardi ingiustificati, se possibile entro 72 ore. Qualora questo termine non fosse rispettato dovrà essere fornito un giustificato motivo. Questo nuovo requisito è stato introdotto al fine di proteggere i diritti degli individui a essere informati su come vengono impiegati i loro dati personali e a comprendere se le aziende che conservano tali dati dispongano di procedure, strumenti e prodotti idonei a monitorare e identificare i rischi, nonché bloccare eventuali attacchi allo scopo di proteggere i dati dei clienti.
Il mancato rispetto della conformità comporterà alle aziende il pagamento di ingenti sanzioni
La nuova normativa introduce un approccio a più livelli al sistema sanzionatorio che sarà regolato dalla gravità dell’infrazione. La sanzione massima da pagare potrebbe ammontare intorno al 4% del fatturato annuo dell’azienda, fino all’importo di 20 milioni di euro1. Come menzionato per alcuni paesi, ad es. Paesi Bassi, sono state introdotte sanzioni ancora più pesanti, fino all’11% del fatturato annuo2.
In quale modo i team IT possono garantire la conformità di PC e rispetto delle normative GDPR?
Quando si tratta di protezione di PC e stampanti esistono azioni progressive da intraprendere per garantire la conformità degli endpoint, in preparazione all’introduzione di queste nuove normative.

1. Preparazione alle ispezioni sulla conformità
Per prepararsi a una verifica sulla conformità, i team IT devono garantire il reale monitoraggio di tutta l’infrastruttura IT comprendente i dispositivi endpoint quali PC e stampanti. Devono inoltre programmare valutazioni periodiche volte al mantenimento della conformità ai criteri in ogni dispositivo endpoint, incluso tutto il parco stampanti.
2. Esecuzione di un’ispezione completa
I team IT devono identificare tutti i dispositivi che possono accedere ai dati aziendali e dei clienti, oltre a valutare il livello di sicurezza integrata. Si raccomanda inoltre di utilizzare uno strumento di gestione della sicurezza che identifichi subito i nuovi dispositivi e applichi automaticamente le impostazioni dei criteri di sicurezza aziendali.
3. Predisposizione alla sicurezza
I team IT devono mettere in atto i giusti criteri in modo che i requisiti di conformità non costituiscano una preoccupazione secondaria ma rappresentino i presupposti per l’introduzione di dispositivi e servizi nella rete. Accertatevi di essere in grado di monitorare tutti i dispositivi, incluse le stampanti, oltre a essere in grado di monitorare problemi di alimentazione e informazioni sugli incidenti con strumenti di monitoraggio e valutazione delle vulnerabilità (ad es. strumento SIEM) di tutta la rete