Archivio dei tag stampanti inkjet

DiSaluteInUfficio

La nuova tecnologia che reinventa la stampa: PageWide di HP

Nel testo di oggi faremo focus sui 15 nuovi modelli dedicati al noleggio stampanti Refill selezionati tra le più sicure ed innovative tecnologie di HP:
• Page Wide
• OfficeJet Pro
• LaserJet
Dopo due 3 di successi nella stampa industriale , HP Inc ha deciso di espandere questa tecnologia anche alle micro imprese, alle Pmi e alle Enterprise che scelgono soluzioni di “noleggio stampanti
HP Inc si propone di reinventare la stampa business attraverso la nuova tecnologia PageWide. Si tratta di una tecnologia di stampa scalabile, collaudata e affidabile, sviluppata da HP, che ha rilasciato più di 140 miliardi di pagine digitali di alta qualità attraverso le sue soluzioni di stampa, tra cui stampanti large format e web press. Ma è già dalla metà del 2016 che HP ha esteso ulteriormente le capacità della tecnologia PageWide ridifinendo il mercato delle fotocopiatrici con la nuova gamma di stampanti A3 e multifunzione (MFP) con motori Samsung da dedicare al servizio “noleggio stampanti
Il nuovo portafoglio HP PageWide per le aziende è stato affidato ad una serie di partner selezionati a livello mondiale tra cui Refill srl aumentando il numero di managed device progettati per il canale e gli engagement sui managed print services.
Le stampanti a contratto HP PageWide permettono ai partner di potenziare il loro servizio di noleggio stampanti e costo copia perché forniscono un basso costo gestionale, consumabili con elevata capacità, garanzia triennale sulla testina di stampa, maggiore velocità e un numero raccomandato di stampe mensili (RMVP – Recommended Monthly Page Volume) su modelli selezionati, così come l’integrazione con HP JetAdvantage Management e tool di terze parti. Ottimizzando i dispositivi HP PageWide gestiti su base contrattuale, HP offre ai partner di canale nuove opportunità per garantire una maggiore soddisfazione al cliente.

Le nuove serie di stampanti business HP PageWide e disponibilità per il servizio “noleggio stampanti”

La serie HP PageWide Enterprise Color include HP PageWide Enterprise Managed 57750 DW
PageWide Enterprise Color MFP 586, progettate per gruppi di lavoro fino a 15 utenti nelle piccole e medie imprese e nelle grandi aziende che stampano fino a 15.000 pagine al mese, con una velocità di stampa fino a 75 pagine al minuto.
La serie HP PageWide Pro 500 comprende HP PageWide Managed P57750dw MFP e HP PageWide Managed P55250dw sfp, pensate per le piccole imprese e gruppi di lavoro che stampano fino a 6.000 pagine al mese, con velocità di stampa fino a 70 pagine al minuto. Sarà disponibile nel mese di aprile nell’ambito dei contratti Managed Print Services.
La serie HP PageWide Pro 400 comprende HP PageWide Pro 452dw sfp e HP PageWide Pro MFP 477dw, ideate per le piccole imprese e gruppi di lavoro che stampano fino a 4.500 pagine al mese, con velocità di stampa fino a 55 pagine al minuto.

Nuovi modelli business di HP OfficeJet Pro e LaserJet

Le stampanti business di HP si arricchiscono di nuovi modelli con le HP OfficeJet Pro e HP LaserJet. Negli ultimi dieci anni, HP ha creato e consolidato la tecnologia a getto d’inchiostro nel segmento ufficio, in particolare, la serie HP OfficeJet Pro 8000 si caratterizza per il nuovo design HP Print Forward per fornire ai clienti produttività con alte velocità in uno chassis compatto che aiuta a preservare spazio in ufficio. La famiglia HP LaserJet, invece, fornisce ai clienti una qualità tipografica dei documenti, maggior velocità e il miglior rapporto qualità-stampa in bianco e nero. I nuovi modelli LaserJet includono toner HP originali con tecnologia JetIntelligence che offre la piattaforma di stampa laser più avanzata del settore, insieme a opzioni più agili, veloci e smart per aiutare i clienti ad accelerare il proprio business.

Ecco i modelli OfficeJet

HP OfficeJet Pro 8000 fornisce stampe di qualità professionale a costi per pagina fino al 50% inferiori rispetto alle stampanti laser. Le stampanti multifunzione HP OfficeJet Pro 8720/8725/8730/8740 All-in-One si caratterizzano per il rivoluzionario HP Print Forward Design – che offre una superba produttività in ufficio con alte velocità per la stampa fronte-retro e la scansione con gestione della carta laser-like e il design compatto che aiuta a preservare spazio in ufficio. Le stampanti HP OfficeJet Pro 8730/8740 All-in-One e HP OfficeJet Pro 8210 includono una maggiore gestibilità e funzionalità di sicurezza (ad esempio PCL5 e PCL6).

Ecco i modelli HP LaserJet

HP LaserJet Pro M501 è una stampante monofunzione monocromatica per piccole e medie imprese o i gruppi di lavoro che stampano fino a 6.000 pagine al mese. Offre le migliori prestazioni della categoria, tra cui la stampa della prima pagina più veloce, la stampa della prima pagina più veloce da modalità sleep e il più basso consumo totale di energia. Sarà disponibile ad aprile.
HP Color LaserJet Pro MFP M477dw è una stampante multifunzione a colori per piccole e medie imprese o i gruppi di lavoro che stampano fino a 4.000 pagine al mese che richiedono stampe a colori di qualità professionale. La compatta multifunzione a colori 3-in-1 offre le migliori prestazioni della categoria, tra cui la stampa della prima pagina più veloce da modalità sleep, la stampa fronte-retro più veloce e il più basso consumo totale di energia.

DiSaluteInUfficio

Il rispetto delle normative GDPR

La sicurezza del rispetto delle normative GDPR con il NOLEGGIO STAMPANTI REFILL
Anche con il Noleggio Stampanti , Refill è stata sin da subito sensibile e molto attenta al rispetto delle nuove normative GDPR
Il reparto IT di Refill ha di fatti effettuato sin da subito una selezione dei dispositivi da collocare in locazione operativa presso i propri clienti, contribuendo a proteggere i dati e a rispettare la conformità alle nuove normative migliorando la sicurezza di PC e stampanti.
Le conseguenze di una violazione di dati aziendali o di clienti possono essere catastrofiche per le aziende di tutte le dimensioni. I derivanti danni alla reputazione, ai clienti e ai profitti sono sono la punta dell’iceberg. Le aziende potrebbero pagare il prezzo delle pesanti sanzioni imposte dalle nuove e severe normative. Poiché i firewall non sono più sufficienti per proteggere i dati, le aziende devono implementare più livelli di protezione su ogni endpoint di rete, dai PC alle stampanti, per costruire le proprie difese e focalizzarsi sui requisiti di conformità.. Nell’attuale mondo che si apre sempre di più alla tecnologia, con le aziende che tendono costantemente alla mobilità e a soddisfare le richieste della propria forza lavoro, la proliferazione di dispositivi genera complesse infrastrutture multi-dispositivo e multi-piattaforma. Ciascuno di questi dispositivi rappresenta un punto di accesso e di uscita per i dati aziendali e può generare un costo per la sicurezza. Una delle principali sfide che le aziende si trovano attualmente a dover fronteggiare è come controllare e proteggere i dati senza interferire con l’operatività aziendale. I dati vengono conservati ed elaborati oltre i confini del firewall, rendendo la loro sicurezza più difficile da ottenere per gli addetti alla protezione della rete.

L’aumento degli attacchi informatici ha causato il nascere di nuove e severe normative sulla sicurezza dei dati, di grande rilevanza per le aziende di tutto il mondo. Le nuove direttive quali il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’Unione Europea non sono importanti solo per le aziende con sede in UE, ma si applicano a tutte le aziende che raccolgono dati dai cittadini residenti in Europa.

La normativa GDPR informa le aziende della presenza di importanti sanzioni in caso di mancata conformità in seguito a un attacco. Queste sanzioni si aggiungono alla perdita economica causata dalla stessa violazione di dati. Altre normative come la direttiva NIS (Security of Network and Information Systems), impongono nuovi requisiti di sicurezza per le reti e i sistemi informatici a carico degli operatori dei servizi essenziali e dei fornitori di servizi digitali (Digital Service Provider, DSP). Alle aziende verrà richiesto di denunciare determinati incidenti di sicurezza alle autorità competenti o ai gruppi di gestione degli incidenti di sicurezza informatica (Computer Security Incident Response Teams, CSIRT).
Alcuni paesi stanno inoltre implementando queste normative per stabilire le basi di un potenziamento. Ad esempio, i Paesi Bassi hanno introdotto nel 2016 la Breach Notification Law, legge sulla notifica delle violazioni che obbliga la denuncia delle violazioni a un’autorità indipendente per la protezione dei dati. La mancata conformità può dare origine a sanzioni fino a € 810.000 o fino al 10% del fatturato annuo netto. La pressione è elevata.
Requisiti principali del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR, General Data Protection Regulation) dell’Unione Europea
Raccogliendo i dati a livello europeo, le aziende devono rispettare la conformità
Le aziende che raccolgono e utilizzano i dati personali in Unione europea devono rispettare le norme sulla conformità. Sono inclusi anche i soggetti che acquistano beni e servizi e il monitoraggio delle abitudini dei clienti al fine dell’utilizzo di tali dati. Ad esempio, l’eventuale monitoraggio online delle attività volto al miglioramento dell’individuazione del cliente ideale. Anche se la vostra attività si svolge oltre i confini UE, tutti i dispositivi che accedono ai dati dei clienti devono essere sicuri.
Le aziende sono tenute a conservare la documentazione in modo del tutto accurato
Rispondere ai requisiti sulla conservazione della documentazione, sulla conduzione di valutazioni dell’impatto e sull’elaborazione di rapporti relativi alle violazioni comporta un importante dispendio di tempo. L’aggiunta di un nuovo dispositivo a una rete aziendale determina il rispetto dei criteri aziendali e il monitoraggio da parte di uno strumento SIEM (Systems Information and Event Manager) che tenga traccia delle criticità, attivi le procedure di ripristino e supporti l’elaborazione dei rapporti sulla conformità.
Le aziende sono tenute a denunciare una violazione entro 72 ore
Le aziende devono fornire notifica all’associazione per la protezione dei dati senza ritardi ingiustificati, se possibile entro 72 ore. Qualora questo termine non fosse rispettato dovrà essere fornito un giustificato motivo. Questo nuovo requisito è stato introdotto al fine di proteggere i diritti degli individui a essere informati su come vengono impiegati i loro dati personali e a comprendere se le aziende che conservano tali dati dispongano di procedure, strumenti e prodotti idonei a monitorare e identificare i rischi, nonché bloccare eventuali attacchi allo scopo di proteggere i dati dei clienti.
Il mancato rispetto della conformità comporterà alle aziende il pagamento di ingenti sanzioni
La nuova normativa introduce un approccio a più livelli al sistema sanzionatorio che sarà regolato dalla gravità dell’infrazione. La sanzione massima da pagare potrebbe ammontare intorno al 4% del fatturato annuo dell’azienda, fino all’importo di 20 milioni di euro1. Come menzionato per alcuni paesi, ad es. Paesi Bassi, sono state introdotte sanzioni ancora più pesanti, fino all’11% del fatturato annuo2.
In quale modo i team IT possono garantire la conformità di PC e rispetto delle normative GDPR?
Quando si tratta di protezione di PC e stampanti esistono azioni progressive da intraprendere per garantire la conformità degli endpoint, in preparazione all’introduzione di queste nuove normative.

1. Preparazione alle ispezioni sulla conformità
Per prepararsi a una verifica sulla conformità, i team IT devono garantire il reale monitoraggio di tutta l’infrastruttura IT comprendente i dispositivi endpoint quali PC e stampanti. Devono inoltre programmare valutazioni periodiche volte al mantenimento della conformità ai criteri in ogni dispositivo endpoint, incluso tutto il parco stampanti.
2. Esecuzione di un’ispezione completa
I team IT devono identificare tutti i dispositivi che possono accedere ai dati aziendali e dei clienti, oltre a valutare il livello di sicurezza integrata. Si raccomanda inoltre di utilizzare uno strumento di gestione della sicurezza che identifichi subito i nuovi dispositivi e applichi automaticamente le impostazioni dei criteri di sicurezza aziendali.
3. Predisposizione alla sicurezza
I team IT devono mettere in atto i giusti criteri in modo che i requisiti di conformità non costituiscano una preoccupazione secondaria ma rappresentino i presupposti per l’introduzione di dispositivi e servizi nella rete. Accertatevi di essere in grado di monitorare tutti i dispositivi, incluse le stampanti, oltre a essere in grado di monitorare problemi di alimentazione e informazioni sugli incidenti con strumenti di monitoraggio e valutazione delle vulnerabilità (ad es. strumento SIEM) di tutta la rete

DiSaluteInUfficio

Guida alla scelta della stampante

Per poter scegliere correttamente la propria stampante e la formula di acquisto o noleggio il reparto Refill divisione Noleggio e Costo Copia, suggerisce la seguente:

GUIDA ALLA SCELTA DELLA STAMPANTE

Passo 1: I VOLUMI DI STAMPA.
In base alla quantità di carta acquistata, potete capire il volume mensile di stampa. Tali volumi si possono classificare in:
• Basso volume = fino a 1000 copie mensili
• Medio volume = fino a 5000 copie mensili
• Alto volume = oltre le 5000 copie mensili
Passo 2: IL TIPO DI STAMPANTE.

Multifunzioni PAGEWIDE INKJET 3.0 ideali per stampare documenti in A4 e da tenere fianco scrivania senza rischi per la salute utilizzando tutte le funzioni possibili ad altissima velocità.
Multifunzioni Laser (Monocromatiche o Colore) possono eseguire stampe da pc, copie, scansioni a colori e Fax.
• Fotocopiatori Digitali (Monocromatiche o Colore) possono eseguire stampe da pc, copie, scansioni a colori, Fax e con ulteriori accessori possono fascicolare,piegare e pinzare i documenti fino al formato A3.
Un’efficiente macchina da stampa non necessita di ulteriori accessori. Bisogna tener presente che l’acquisto di accessori aggiuntivi comporta un aumento di prezzo, sia al momento dell’acquisto che per la manutenzione. E’ importante, quindi, focalizzare la scelta in base alle proprie esigenze. Tra le opzioni principali le più comuni sono:
• Copia fronte-retro: fotocopiare fronte-retro significa ottenere automaticamente copie su entrambi i lati del foglio
• Fascicolatore o FINISHER: si occupa di rifinire il lavoro dividendo per gruppi le copie e se necessario spillarle.
• Scheda PRINT: trasforma la fotocopiatrice in una multifunzione, capace di stampare il locale o in rete.
• Alimentatore o ADF: ci consente di posizionare un gruppo di originali sulla fotocopiatrice che verranno presi in automaticamente e fotocopiati.
• Scheda FAX: permette l’invio e la ricezione di fax con grande capacità di memoria e di carta.
Nelle soluzioni di noleggio Stampanti Refill, la gamma di multifunzioni è sempre completa di tutte le funzioni sopra elencate anche quelle ritenute opzionali, perché grazie alla rata di comodato d’uso contenuta Refill sostiene per il cliente tutti quei costi di accessori che diversamente acquistati avrebbero non solo dei prezzi di acquisto altissimi ma anche di manutenzione.